domenica 30 giugno 2013

Passeggiando per le vie di Roma e fare acquisti . . .

Ieri a Roma è stato un giorno di festa nel senso che ricorreva la giornata dedicata a San Pietro e Paolo e pur ricadendo di sabato, per molti è stato un week end prolungato. Io ho avuto la giornata tutta per me, un eccezione direi e dopo aver sbrigato alcune commesse ho provato ad avvicinarmi al centro con la macchina (normalmente improponibile ) e precisamente sul lungotevere altezza Piazza Navona eh . . . sono stata fortunata, perchè uscendo verso l'ora di pranzo e complice il clima che fino a ieri non regalava temperature caldissime, ho trovato parcheggio e ho potuto ritagliarmi una passeggiata da turista. 
Mentre mi dirigevo direzione Piazza Navona, mi sono imbattuta in tantissimi turisti fermi in ogni angolo a fare fotografie e devo dire che sono stata contenta; in questo momento di crisi economica generale vedere i bar e i ristoranti pieni, tanta gente proveniente da tante città diverse sia italiane che straniere  è stato molto bello !
Affacciarmi su questa Piazza è sempre uno stupore . . . un tripudio di colori, profumi, mix di culture e la particolarità dei tanti pittori che lusingati dai turisti vendevano stampe e piccole tele, piuttosto che ritratti e schizzi satirici.


Il mio obiettivo era la libreria Feltrinelli presso la Galleria Alberto Sordi, amo leggere e ogni volta ne ho occasione vado a sbirciare tra le novità o le promozioni o quanto altro mi possa ispirare sul momento.
Pero' prima dovevo arrivarci e pranzare e qui il problema è stato subito risolto . . .
Da questa magnifica piazza si accede, tramite viuzze di cui non ricordo il nome ma posso garantirvi che seguendo il flusso si individuano facilmente, verso il Pantheon altro trionfo storico che richiama turisti. 
Era piacevole ieri camminare a quell'ora di punta perchè c'era un discreto venticello fresco e così ho proseguito verso la meta. 
La gelateria Della Palma, un mio punto di riferimento con le amiche ai tempi della gioventu', quando passeggiare in pieno centro storico era un "must"; 150 gusti dei piu' svariati . . . 


Mi sono concessa un cono da 2,50 euro che mi ha dato diritto a 3 gusti e panna buonissimi: cioccolata all'arancia che vedete in foto, stracciatella alla menta e tiramisu'.
E da li' ho proseguito verso Piazza Monte Citorio, ammirando le vetrine dei negozi giustamente aperti nonostante il giorno di Festa.
Inutile descrivervi la gioia che regalano queste piccole emozioni . . .
Complice il vento e la fame il gelato è terminato giusto in tempo per entrare in Galleria Alberto Sordi.


E a questo punto davanti a me si è parato un mondo: tre piani di libri, dvd, cd, articoli di cartoleria, coffè bar e quell'odore di carta di ogni genere . . .
Ho girato e letto tante copertine, dai romanzi ai saggi, ai libri horror ai gialli . . . dal reparto ragazzi a quello degli hobby, da quelli su ogni sorta di ricette e prelibatezze culinarie fino agli spettacolari d'arte e fotografia. 
In realtà, sapevo cosa volevo comprare: non ricordavo per niente il titolo ne il nome dell'autrice, ma ne avevo letto una recensione su un giornale settimanale e sapevo che era appena uscito e ho domandato. Trovato in bella mostra tra le novità.


Un argomento impegnativo, una suora che diventa sessuologa per spiegare che forse, dopo quello di cui è stata testimone in tanti posti dove il degrado e la povertà la fanno da padrone, la dove ogni forma di abuso sessuale è una quotidianità e dove spesso gli uomini di chiesa abusano a loro volta . . . forse, forse si potrebbe cambiare modo di vedere alcuni tabu' ecclesiastici e migliorare quindi realmente lo stile di vita di quest'ultimi e far si che siano effettivamente in grado di portare conforto ed aiuto a queste popolazioni meno fortunate. 
Ma la lettura deve ancora iniziare, per ora vi saluto e presto vi faro' sapere se la passeggiata di ieri è valsa veramente la pena.
Buon inizio settimana a tutti !                                                           
                                                                                                  

mercoledì 19 giugno 2013

Ampi spazi, la semplicità del bianco e tanta luce !

Ebbene si ! Il bianco è il colore che per eccellenza amplifica la luce che entra nelle nostre case e quando arriva la bella stagione, le ore del giorno ancora piu' lunghe . . . rendono gli ambienti piu' spaziosi.


L'accostamento di elementi che richiamano i colori caldi e naturali del lino grezzo, del canapa e legno sbiancato, personalizzano senza appensantire.

 
. . . certo, questa casa ha sicuramente il vantaggio dei grandi soffitti e quindi si è potuto giocare con lampadari in ferro battuto sostenuti da grandi catene d'effetto.


Un grande tavolo in pietra, candelabri alle pareti e in angoli del salone, grande tappeto in cocco naturale . . .


. . . la cucina è rivisitata in una versione a grande recupero, sposando la semplicità e l'utilizzo di una vecchia piattaia, un unico piano d'appoggio in marmo che richiama i colori del legno chiaro presente nella casa, e l'idea delle tendine vedo/non vedo, realizzate con tessuti naturali !


Non è esattamente un bagno dalle dimensioni comuni, ma possiamo comunque scopiazzare l'idea di un lavello in legno color miele collocato anche vicino alla finestra e reso unico con appliche a muro . . .


. . . e se proprio il nostro bagno risulta essere piccolo, a volte la vasca collocata sotto la finestra è una grande soluzione. L'importante è usare come in questo caso, rivestimenti che richiamano i colori di cui abbiamo parlato prima . . .bianco, color sabbia, legno chiaro slavato e magari tende di lino bianche.


Molto spaziosa, ma anche noi giocando con una bella poltroncina stile inglese, tende a pacchetto, e piccoli dettagli shabby possiamo personalizzare la camera in maniera unica e molto chic.
Sempre contenta di condividere con voi tante idee per le nostre case, grazie ad ambienti da sogno come questi !
A risentirci presto, buon proseguimento di giornata.
                                                                                                                    

domenica 9 giugno 2013

Andar per mercatini . . .

Buon sabato amici !!! La scorsa settimana mi sono concessa una passeggiata approfittando del tempo discreto, cosa che aimè ancora non si puo' dire si sia stabilizzato, e sono andata a girare tra i banchi di un mercatino d'antiquariato, uno dei tanti con cadenza nel week end che si alternano nelle varie zona di Roma.
E quando si gira tra i banchi dei rigattieri . . . bisogna aguzzare gli occhi perchè c'è di tutto ammassato uno su l'altro, nascosto a prima vista, mentre con un po' di pazienza e con fervida immaginazione anche quel piccolo oggetto pieno di polvere, stropicciato o mal ridotto . . . puo' regalare un'emozione unica a basso costo. 
E così mi sono chinata su uno scatolone di libri ad 1 euro, ingialliti consumati dal tempo, un oggetto che amo perchè adoro leggere e so' che ognuno di loro anche se a volte l'autore non ci dice nulla . . . puo' farci viaggiare in mondi misteriosi, pieni di pathos e amore, di imprevisti, di sorpresa, di malinconia o gioia pura eeeehhhhh . . . sorpresa !!! 
Tanti piccoli libricini dai titoli noti e di autori ben conosciuti erano lì davanti a me e quando li ho presi in mano per sfogliarli ho immaginato dove potevano essere stati tutti quel tempo, quanti luoghi e persone potessero aver conosciuto . . . stampati tra il 1946 e 1950, riportavano il prezzo in lire e alcuni avevano le pagine mal ridotte ma erano fieri di essere ancora apprezzati ed io non ho resistito e li ho comprati.

Beh, naturalmente nel completare il giretto mi sono imbattuta in un piccolo ed insignificante cestino di metallo che d'un tratto mi ha illuminata; proprio nel mio bagno non sapevo come sistemare le diverse spugne che inevitabilmente cadevano giu' dalla ventosina per piastrelle e al costo anch'esso di 1 euro e finito nella mia busta.
Cosa ve ne sembra . . .

E non immaginate la sorpresa quando arrivata a casa ho scovato tra quelle piccole pagine, una cartolina "Vespa" recante sul retro il timbro del rivenditore ufficiale e un ferma pagina riguardante una stampa di campagna romana . . . 


Le foto non sono proprio chiare ma riuscite a vedere il prezzo di stampa ??? . . . 50 lire, 100 lire . . .


 Un piccolo tesoro da custodire.
Mentre il cestino, dopo essere stato accuratamente pulito, ha preso un aspetto un po' Shabby direi . . . smalto panna, due piccoli cuori pieni di pot pourri e voila' . . . 


 

. . . sulla vasca da bagno . . .


Spero di avervi tenuto compagnia con il mio entusiasmo. 
Buon proseguimento e buon inizio settimana a tutti !!! 

                                                                                                        


Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcune foto contenute in questo blog sono state trovate su internet in quanto ritenute di pubblico dominio. Se così non fosse vi prego di contattarmi e verranno rimosse immediatamente.