martedì 10 febbraio 2015

Consigli Shabby !!!

Buon pomeriggio e sempre ben ritrovati !!! 
A Roma oggi bel sole, ma tanto vento freddo . . . so' che in molte parti d'Italia c'è la neve che ha anche creato disagi ed in altre purtroppo la pioggia e le mareggiate hanno creato danni. Spero che tutto si risolva facilmente e presto, dopotutto è pur sempre ancora inverno anche se alla primavera manca poco. 
E proprio pensando ai cambiamenti che possiamo dare ai nostri ambienti, magari proprio a primavera, quando è piu' facile sfruttare le temperature miti e le giornate piu' lunghe che voglio fare questo post, rispondendo ad un consiglio che mi ha chiesto via e-mail Sara.
Mi scrive dicendomi di avere casa piccola arredata con mobili bianchi ma moderni, ma che sempre piu' apprezza lo stile "Shabby Chic" e voleva qualche mio consiglio.
Dopo averle risposto in privato, affido al post quello che le ho consigliato, aggiungendo foto e condividendolo con voi.
Lo stile su indicato si rifa' letteralmente a "trasandato è bello", creato da Rachel Ashwell dove un oggetto anche vecchio, antico e non perfettamente rifinito, puo' accostarsi ai nostri arredi piu' funzionali, rendendo gli ambienti davvero unici. 
Va ricordato che il colore predominante è il bianco . . . bianco delle pareti, delle ceramiche, dei divani o addirittura degli arredi stessi.
Ma anche le sfumature dei tortora, dei tessuti di lino grezzo, canapa e simili . . .


Quindi se abbiamo la casa già rifinita ed abitata da tempo in un altro stile, senza rivoluzionare e buttar via tutto (sarebbe costoso ed impossibile) possiamo cominciare con il valutare di dare una rinfrescata alle pareti proprio con l'arrivo della bella stagione. 
Abbiamo le pareti bianche e ci hanno stancato visto anche gli arredi chiari ? Proviamo con un tortora appunto e qui vi faccio rivedere una foto della mia camera da letto, che già avevo postato. . .


Era color salmone ed in effetti avevo proprio voglia di trasformarla e così potete fare voi. Viceversa, se le avete colorate e vi siete stancate, un classico bianco è l'ideale.
Una volta valutato se possiamo apportare tali modifiche dedichiamoci agli arredi. Quelli moderni non possono facilmente subire un restyling, nel senso che i prodotti coprenti ce ne sono di ogni genere, ma la linea sicuramente non potra' non risaltare, percio' cominciamo con i dettagli.



Pensiamo ai tendaggi, che dovranno essere dei colori su indicati, quindi come in foto, puntate ai cotoni color lino grezzo, morbidi magari raccolti con corde naturali. Cuscini sui divani degli stessi toni, magari anche nelle camere da letto . . .


Facciamo sparire in giro per casa, quei vasi per fiori colorati, o i ricordini delle bomboniere (magari facciamogli una bacheca a parte), e rimpiazziamoli con vecchie sveglie, cornici di legno bianche, molte candele che regalano l'atmosfera ancora piu' romantica.
Altri accessori da privilegiare, le ceramiche bianche in cucina o volendo anche nei bagni, a sostituire i porta saponi e spazzolini di plastica o super colorati, comprati in passato. 



La lavagna è tipica delle cucine in questo stile, come anche le semplici mensole, e i fiori freschi messi in semplici vecchie bottiglie trasparenti o nelle caraffe di latta bianca.
Alle pareti, molte cornici, se possibile "shabbatele" voi stessi, magari potreste chiedermi come e volentieri faremo insieme un post,  come ho fatto io nella mia camera potreste avere un effetto diverso . . .




Semplice da fare è sostituire i nostri portariviste  con ceste di vimini magari recuperate, come vedete nella foto qui sopra.
Un piccolo tavolino diventa "console" d'ingresso e ritroviamo i fiori nel vaso di ceramica bianco, ceri e qui anche un oggetto "vintage" come una riproduzione di un cavallo a dondolo.


Oppure come ho fatto io con una vecchia cassa per vini, potete trasformarla e personalizzarla con cuori di stoffa o di legno, o con scritte laterali.


Altro dettaglio facilmente reperibile sono le gabbiette: ce ne sono di misure diverse e potete utilizzarle come porta candela o come ho fatto io, per collocarvi una piantina. A seconda della grandezza e dello spazio disponibile, vi regolate di conseguenza.
Personalmente l'ho collocata in camera da letto, a differenza di quanto si pensi, non consumano l'ossigeno fino a privarcene.


E qui magari si puo' vedere un altro tipico elemento in stile "Shabby": la classica abat jour nei modelli tondeggianti e dal cappello rigido o in cucito creativo sempre nei colori precedentemente citati.
Gli elementi decorati fanno molto, non necessariamente appunto bisogna fare cambiamenti drastici regalando il vecchio mobile moderno. Se non altro prima proviamo da questi piccoli accorgimenti.
Anche gli elementi in ferro sono tipici . . . 

. . . le gabbiate che abbiamo visto, dei vecchi portauovo, il colapasta di un tempo per la nostra cucina, e diversi appendini.
Io mi sono lasciata ispirare sempre per la mia camera, in un utilizzo alternativo, come appendi collane e cappelli . . .


Beh, spero di essere stata chiara, a volte basta iniziare con poco poi le cose vengono da se e vengono fatte bene. 
Mi auguro che Sara possa' trovare spunto in questo post per procedere nei cambiamenti che desidera apportare ai suoi ambienti e che possa aiutare anche voi che magari non avevate preso in considerazione la possibilità di rinnovare qualcosa in casa.
                                                 
                                                                                    

1 commento:

  1. Quanti utili consigli!!! Ultimamente sto pensando pure io si "shabbizzare" delle cornici...
    Un abbraccio!
    Monique

    RispondiElimina

Si è verificato un errore nel gadget
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Alcune foto contenute in questo blog sono state trovate su internet in quanto ritenute di pubblico dominio. Se così non fosse vi prego di contattarmi e verranno rimosse immediatamente.